Quali prodotti possono entrare nel  paniere del CONSORZIO? I principali prodotti del Consorzio sono: in primis i Vini (Bursôn Etichetta Nera ed Etichetta Blu, Bursôn Passito, Rambela, Passiti Bianchi e Rossi, Bianchi secchi e frizzanti, Rossi secchi…) Aceti, Confetture, Miele, Carne Bovina di razza Mora Romagnola, Distillati, La Saba,  fiori recisi ….

Chi può diventare socio del CONSORZIO IL BAGNACAVALLO? Tutti coloro che producono questi prodotti e che risiedono nel territorio di  Bagnacavallo o nei comuni  limitrofi.

Da dove il nome Bursôn? Il nome è un omaggio ad Antonio Longanesi di Boncellino, colui che ha salvato l’Uva Longanesi dall’estinzione. In Romagna ogni famiglia ha un soprannome e Bursôn è il soprannome in dialetto romagnolo della famiglia di Antonio.  Il nome Bursôn è stato depositato e registrato quindi  concesso in uso gratuito dalla Famiglia Longanesi al CONSORZIO  IL BAGNACAVALLO a tutela della sua tipicità.

Come viene ottenuto il Bursôn? Il Bursôn viene prodotto in due versioni: Bursôn Etichetta Blu e Bursôn Etichetta Nera. Entrambi con il 100% di Uva Longanesi.

Per il  Bursôn Etichetta Blu le uve vengono raccolte,  e, almeno il 40% di esse viene sottoposto a macerazione carbonica. Dopo la pigiatura, il mosto viene fatto fermentare per 7/8 giorni in un fermentino a temperatura controllata, dopodiché il vino ottenuto viene lasciato per 15 giorni in cisterna d’acciaio, dove viene separato mediante travaso  dalla feccia grossolana. Trascorre quindi 7-8 mesi in botte di rovere da 500 litri. Infine viene imbottigliato e commercializzato dopo almeno 6 mesi di bottiglia.

Per il Bursôn Etichetta Nera le uve vengono raccolte in due momenti distinti: almeno il 50% viene raccolto e appassito per 30-40 giorni. Una volta pigiato, il mosto ottenuto viene fatto fermentare per 15-20 giorni in un fermentino a temperatura controllata:  dopo la svinatura il vino viene lasciato per altri 15 giorni in una cisterna d’acciaio quindi mediante travaso viene separato dalla feccia grossolana. In seguito trascorre 12 mesi in botte di rovere da 500 litri e 12 mesi in botte grande da 30 quintali, quindi viene imbottigliato e commercializzato dopo almeno altri 6 mesi di affinamento.

Il CONSORZIO IL BAGNACAVALLO quali garanzie e tutele dà al consumatore? Un rigidissimo disciplinare  a tutela della qualità e della tipicità, rigorosamente 100% di Uva Longanesi, uva e vino del esclusivamente del territorio: i vigneti devono trovarsi nel Comune di Bagnacavallo o nei Comuni limitrofi, vigneti sottoposti a regolari controlli, e continua ricerca di miglioramento.

Una caratteristica delle vostre bottiglie? Il Bursôn lo si riconosce della bottiglia che per tutti i produttori è uguale perché viene fatta produrre dal Consorzio ed  è contrassegnata dal marchio del consorzio stesso. Il tappo può essere solo di sughero.

 


Consorzio Bagnacavallo © Copyright 2014. Credits