“Il Bursôn e il suo territorio”

Nella primavera del 2013, in collaborazione con il Club Olio Vino e Peperoncino Editore, è stato indetto il primo concorso giornalistico: “Il Bursôn e il suo territorio”.

Il concorso ha come oggetto l’individuazione del miglior articolo pubblicato su carta, web, tv e radio,  che tiene conto delle caratteristiche del vino Bursôn, del vitigno Longanesi, del territorio della pianura ravennate e dei vitigni autoctoni.

1a EDIZIONE: ANNO 2013

Primo classificato, vincitore del Primo concorso giornalistico “Il Bursôn e il suo territorio” e del premio il “Cavallo Scapigliato”, ideato dall’orafo PAOLO PONZI di Bagnacavallo: Sante Laviola, con l’articolo “Il Bursôn, l’autoctono testimone di una Romagna da scoprire”, pubblicato il 14 maggio 2013 su VINO AL VINO, blog di Franco Ziliani.

http://www.vinoalvino.org/blog/2013/05/il-burson-lautoctono-testimone-di-una-romagna-da-scoprire.html

 

2a EDIZIONE: ANNO 2014

Prima Classificata, vincitrice del Secondo concorso giornalistico “Il Bursôn e il suo territorio” e del premio il “Cavallo Scapigliato”, ideato dall’orafo PAOLO PONZI di Bagnacavallo: Mariella Morosi, con  l’articolo “Antonio Longanesi, cavaliere del lavoro per il contributo alla viticoltura italiana” pubblicato su Italia a Tavola il 18 ottobre 2013.

http://www.italiaatavola.net/articolo.aspx?id=31925

 

3a EDIZIONE: ANNO 2015

Prima Classificata, vincitrice del Terzo concorso giornalistico “Il Bursôn e il suo territorio” e del premio il “Cavallo Scapigliato”, ideato dall’orafo PAOLO PONZI di Bagnacavallo: Stefania Valbonesi, con  l’articolo “Giunge dalla Romagna lo sfidante del Brunello: si chiama Bursôn”, pubblicato sul sito “StampToscana.it” nel mese di giugno.

 

4a EDIZIONE: ANNO 2016

Ad aggiudicarsi il primo premio del concorso è stato il giornalista Francesco Falcone con un articolo dal titolo: “Bursôn, quel poderoso rosso della bassa Romagna”pubblicato su Winesurf nel mese di agosto. Secondo classificato, il giornalista toscano Claudio Zeni, con l’artolo “Bursòn , un vino da amare”, pubblicato su  Valdichianaoggi.it. Per Zeni si tratta del secondo podio consecutivo dopo quello ottenuto nel 2015. Il Premio speciale della giuria è stato assegnato a Paola Tessarin, per un’interessante ricerca degli effetti sul vino in relazione alla defogliazione dell’Uva Longanesi

 

 

REGOLAMENTO

ART.1 – ORGANIZZAZIONE
Organizzatore del concorso è il CONSORZIO IL BAGNACAVALLO.

ART. 2 – OGGETTO DEL CONCORSO
Il concorso ha come oggetto l’individuazione del miglior articolo/servizio pubblicato su carta, web, tv e radio, che tenga conto delle caratteristiche del vino Bursôn, del vitigno Longanesi, del territorio della pianura ravennate e dei vitigni autoctoni.
La pubblicazione deve avvenire tra il 1° ottobre 2016 al 31 agosto 2017.

ART. 3 – CARATTERISTICHE E DESTINATARI DEL CONCORSO
Rivolto a tutti i giornalisti, blogger ma anche a tutti coloro che scrivono su testate senza essere iscritti all’ordine.

ART. 4 – REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Possono partecipare al concorso giornalisti – professionisti o pubblicisti – compresi anche aspiranti pubblicisti e blogger, purché abbiano compiuto il 18° anno di età.

ART. 5 – INCOMPATIBILITÀ
Sono esclusi dalla partecipazione al concorso i giornalisti che risultano coinvolti nella sua organizzazione, in particolare nella giuria e/o nella segreteria organizzativa del concorso.

ART. 6 – CARATTERISTICHE DEI LAVORI
Pena esclusione dal concorso, sono ammessi i lavori (articoli, servizi, ecc.) che presentano contemporaneamente tutte le seguenti caratteristiche:
- redazione in lingua italiana;
- pubblicazione su un qualsiasi “media” italiano (quotidiano, settimanale, mensile o con altre periodicità, testate tecniche o professionali, riviste, radio, tv e blog) e testate online;
- pubblicazione a firma del giornalista che partecipa al concorso.
I partecipanti si assumono ogni responsabilità sui contenuti e sull’autenticità e proprietà dei lavori presentati. È cura dei partecipanti verificare e ottenere le necessarie autorizzazioni all’utilizzo dei lavori presentati, così come tutte le questioni legate al copyright o ai diritti di riproduzione dell’articolo e/o servizio presentato al concorso. Il consenso dell’autore all’utilizzo del materiale presentato deve essere espresso con apposita dichiarazione firmata e allegata.

ART. 7 – MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita e può avvenire esclusivamente a titolo individuale, non sono perciò ammesse partecipazioni in forma di gruppo. Ogni concorrente può partecipare con un solo lavoro (articolo/servizio).
7.1 Lavori testuali
Pena esclusione dal concorso, il lavoro deve essere presentato in forma stampata su carta oppure in formato digitale compatibile con almeno uno dei principali software utilizzati nel mercato nazionale (es. pdf, jpg, word o altro formato di testo). Nel caso di formato digitale, il lavoro dovrà essere presentato su supporto digitale quale cd, dvd, chiavette USB o qualsiasi altro tipo di supporto d’archiviazione.
7.2 Lavori radiofonici
Pena esclusione dal concorso, il lavoro radiofonico deve essere presentato in formato WAV, AIFF, WMA, MP3 o Quicktime su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale quale cd, dvd, chiavette USB o qualsiasi altro tipo di supporto d’archiviazione.
7.3 Lavori video/televisivi
Pena esclusione dal concorso, il lavoro realizzato in formato video/televisivo deve essere presentato nei formati AVI, MPEG o Quicktime su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale quali quale cd, dvd, chiavette USB o qualsiasi altro tipo di supporto d’archiviazione.
7.4 Scheda personale
Il lavoro va accompagnato da una scheda personale del giornalista che partecipa al concorso. La scheda deve contenere:
- nome, cognome e codice fiscale;
- data e luogo di nascita;
- indirizzo completo di residenza;
- recapito telefonico ed eventuale recapito e-mail (o numero fax).
7.5 Domanda di partecipazione e liberatoria privacy
Il lavoro va accompagnato dalla domanda di partecipazione, comprensiva di liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 debitamente controfirmata.
7.6 Dichiarazione assenza copyright e utilizzo lavori.
Il lavoro va accompagnato da una dichiarazione, firmata, di assenza di vincoli di copyright e di consenso all’utilizzo del lavoro presentato (art. 6 del presente regolamento).
7.7 Prova di avvenuta pubblicazione
Il lavoro deve essere accompagnato dalla prova dell’avvenuta pubblicazione in forma di: copia originale della testata, fotocopia o scansione della pagina del giornale riportante l’articolo firmato, in cui siano visibili il nome della testata e la data di pubblicazione; oppure dichiarazione-impegnativa del direttore della Testata contenente gli estremi dell’articolo, il nome dell’autore, il titolo della testata e la data di pubblicazione (anche per pubblicazione online) Per i servizi radio e tv aggiungere eventuale indicazione della trasmissione radio o televisiva nel corso della quale è avvenuta la pubblicazione (data e ora).
7.9 Modalità d’invio
Lavoro, scheda personale e allegati devono essere spediti tutti assieme con una delle seguenti modalità:
- in una unica busta a mezzo posta (si consiglia raccomandata, con ricevuta di ritorno), indirizzata a Consorzio Il Bagnacavallo c/o Ecomuseo delle Erbe Palustri, Via Ungaretti 1, 48012 Villanova di Bagnacavallo (RA) specificando sulla busta “Concorso giornalistico Premio Burson, Edizione 2017”;
- via e-mail: consorzioilbagnacavallo@gmail.com, indicando nell’oggetto “Concorso giornalistico Premio Burson, Edizione 2017”;
- via Fax al numero: 0545 64300.
Si consiglia di verificare telefonicamente A QUALE NUMERO???? la corretta e completa ricezione del proprio materiale inviato e richiedere alla segreteria del concorso una mail di risposta con cronologia, per ricevuta.
7.10 Termine d’iscrizione
Il termine ultimo per l’invio del materiale, pena esclusione dal concorso, è il 31 agosto 2017; per il materiale spedito mezzo posta farà fede il timbro postale.

ART. 8 – GIURIA E LAVORI DI VALUTAZIONE
La Commissione giudicatrice viene definita dal Consiglio Direttivo del  CONSORZIO IL BAGNACAVALLO e/o da eventuali altri membri scelti dallo stesso organo direttivo.
Presiede i lavori della giuria il Presidente del Consorzio o suo delegato.
I criteri di valutazione vengono definiti dalla Giuria e sono comunque ispirati a fattori di utilità, adeguati ai temi del premio concorso (vino Bursôn, Uva Longanesi, pianura ravennate, vitigni autoctoni) e leggibilità del pezzo.
La giuria si riserva il diritto di:
- escludere lavori e/o partecipanti che non hanno i requisiti indicati nel presente regolamento;
- non assegnare i premi, qualora i lavori presentati non siano ritenuti adeguati allo spirito del concorso.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.

ART. 9 – UTILIZZO E RESTITUZIONE DEI LAVORI
L’organizzazione del concorso si riserva il diritto di usare i lavori pervenuti per:
- istituire un apposito Archivio;
- realizzare materiale illustrativo e testuale per la promozione del concorso e delle sue future edizioni, e iniziative collegate.
Gli organizzatori s’impegnano a citare sempre il nome dell’autore, il tutto a titolo gratuito da entrambe le parti. Nessun ulteriore diritto economico, fatti salvi i premi indicati all’art. 10 del presente regolamento, viene riconosciuto ai partecipanti per l’utilizzo dei lavori presentati.
Tutti i lavori presentati ai fini della partecipazione al concorso non saranno restituiti.

ART. 10 – PREMI
Saranno assegnati i seguenti premi:
Il Premio, per i miglior articolo/servizio:
1° qualificato Gioiello Creato da Paolo Ponzi, emblema del consorzio il Bagnacavallo, più 60 bottiglie di Bursòn etichetta nera, valore complessivo  € 1.500,00
2° qualificato, 60 bottiglie Bursòn etichetta nera, valore complessivo €1.000.00
Premio speciale della giuria dei produttori, 30 bottiglie Bursòn etichetta nera.

ART. 11 – DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO, ESITO E PREMIAZIONE DEL CONCORSO
Il regolamento sarà pubblicizzato attraverso la pubblicazione sul sito del CONSORZIO IL BAGNACAVALLO e attraverso comunicati stampa diretti alle testate locali e nazionali.
L’esito del concorso sarà comunicato in forma riservata ai vincitori, fino al giorno della premiazione, in occasione della quale sarà organizzata una cerimonia e comunicato l’esito in forma pubblica (presumibilmente entro settembre 2015, in ogni caso entro la fine dell’anno in corso).

ART. 12 – ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento, in tutti i suoi articoli e relative declinazioni.
Partecipando al concorso, i giornalisti danno il loro pieno consenso al trattamento dei loro dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e infatti allegano, pena l’esclusione, la liberatoria come indicato all’art.7 del presente regolamento.

ART. 13 – INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ogni partecipante esprime, ai sensi della Legge 675/96 e del D.L.196/03 , il consenso al trattamento e alla comunicazione dei propri dati personali, nei limiti e per le finalità del Concorso.
I dati personali vengono registrati e ulteriormente elaborati nella misura necessaria per gestire la partecipazione dei candidati al presente concorso.
È garantito il rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.
I dati personali vengono registrati e conservati fintanto che abbiano una loro utilità nella gestione delle varie attività che la partecipazione al concorso comporta.

ART. 14 – SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONCORSO
La segreteria organizzativa del concorso è residente presso il Consorzio Il Bagnacavallo, c/o Ecomuseo delle Erbe Palustri, Via Ungaretti 1, Villanova di Bagnacavallo (RA) -  tel. 0545 61632 fax 0545 64300 e-mail: consorzioilbagnacavallo@gmail.com.
Le persone facenti parte di questa segreteria hanno il compito di ricevere, catalogare e consegnare alla giuria i lavori presentati e i relativi allegati.
È la Giuria, quale organo responsabile della correttezza della procedura del premio, a decretare l’esclusione dal concorso di eventuali partecipanti o lavori per mancanza di requisiti (articoli 4 e 6 del presente regolamento), per incompatibilità (art. 5 del presente regolamento) o per mancato rispetto delle modalità di partecipazione, richieste dal regolamento del concorso (art. 7 del presente regolamento).
Pertanto, la Giuria si riserva il diritto di effettuare (o di delegare la segreteria organizzativa a effettuare) verifiche sui requisiti o sulla compatibilità dei partecipanti, ciò avverrà in modalità che garantiscono il rispetto della privacy.
La segreteria del concorso è a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, telefonicamente ai numeri indicati o mezzo posta elettronica: consorzioilbagnacavallo@gmail.com

 


Consorzio Bagnacavallo © Copyright 2014. Credits