Slide background
Slide background
Slide background

DEGUSTAZIONE

Il Bursôn: un vino di carattere. Il nostro vino si presenta di un colore impenetrabile, si va dal rubino al granato intenso. La sua struttura consistente è evidente dopo poche rotazioni nel bicchiere, che deve essere di cristallo, dalla forma ampia e panciuta per coglierne al massimo il bouquet di  profumi che vuole offrirci:  ciliegie, more, frutta di bosco con spezie tostate e note di tabacco e vaniglia. Un vino di grande intensità e finezza. Il sorso è energico e carnoso, con un buon equilibrio tra il tannico e l’alcool e nel finale, persistente, resta a lungo il suo frutto dolce e concentrato, piacevolmente delicato.

Si consiglia di servirlo ad una temperatura di 18°-20°C.

E’ consigliabile la decantazione in caraffa per meglio ossigenarlo e proporlo nella sua originale purezza.

Per le sue caratteristiche, il Bursôn Etichetta Nera può sopportare l’invecchiamento, migliorando nel tempo.  Ci è difficile dire per quanto possa essere conservato, perché si tratta di un vino ancora relativamente giovane, ma, a livello qualitativo le ormai rarissime bottiglie di 15 anni fa si presentano ancora in ottimo stato.

DISCIPLINARE

La zona di produzione è il Comune di Bagnacavallo e i comuni limitrofi (confinanti).

Il vino Bursôn si produce esclusivamente con l’uva del vitigno Uva Longanesi, vinificato in purezza.

Il marchio Bursôn viene rilasciato a giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo per il vino giudicato idoneo dal Comitato Tecnico del Consorzio.

La resa massima dell’uva deve essere al massimo 120-130 quintali per ettaro.

La raccolta dell’uva deve essere autorizzata da un Tecnico incaricato del Consorzio.

La vinificazione deve avvenire secondo le tecniche enologiche indicate dal Consorzio ed essere controllate dall’Enologo incaricato.

Il vino prodotto deve essere posto in barriques e controllato periodicamente dall’Enologo del Consorzio.

Il vino Bursôn può essere prodotto nelle versioni: Etichetta Blu ed Etichetta Nera.

Il vino  destinato alla commercializzazione con il marchio “Bursôn Etichetta Nera” prima di essere imbottigliato deve rimanere in barriques e/o legni grandi non meno di 20 mesi, e non può essere venduto prima del 1 settembre del secondo anno successivo alla vendemmia. La sua gradazione alcolica minima svolta deve essere di 14°. Il conseguimento di tale gradazione deve avvenire mediante appassimento delle uve con le modalità ritenute idonee dal Comitato Tecnico del Consorzio. Il vino ottenuto dalle uve sottoposte ad appassimento deve essere almeno il 50%.

Il vino Bursôn deve essere imbottigliato utilizzando esclusivamente tappi di sughero naturale e bottiglie con impresso il marchio del Consorzio.

Il vino Bursôn (sia Etichetta Blu che Etichetta Nera), prima di essere immesso al consumo, deve essere sottoposto al controllo chimico/organolettico da parte del Comitato Tecnicodell’Ente Tutela Vini Romagnoli, che rilascerà un certificato di idoneità.

sr

 

Consorzio Bagnacavallo © Copyright 2014. Credits